L’importanza di una corretta igiene orale

E’ importante prendersi cura della propria bocca nel modo corretto. Ciò è necessario per non incorrere in spiacevoli problemi, e per recarsi in uno studio dentistico soltanto per complicazioni che necessitano l’intervento dell’odontoiatra.

È buona norma lavarsi i denti 2-3 volte al giorno dopo i pasti principali, per almeno 2 minuti.

Se è vero che molte persone non riescono a rispettare questa regola, è anche vero che c’è una parte di popolazione che ha il problema opposto: presta eccessiva attenzione alla propria bocca, lavando in maniera scorretta i denti.

Spazzolini, dentifrici, collutori e scovolini

Se si predilige lo spazzolino manuale è bene scegliere un modello che rispetti la sensibilità delle proprie gengive, in accordo con il proprio igienista. Il movimento corretto è dall’alto verso il basso per l’arcata superiore, e dal basso verso l’alto per l’arcata inferiore.

Se si predilige lo spazzolino elettrico è bene scegliere una testina che non sia eccessivamente aggressiva per le proprie gengive. Il movimento corretto è quello di appoggiare per qualche secondo la testina al dente senza fare troppa pressione.

Oltre a queste procedure è importante scegliere un dentifricio che rispecchi le esigenze del proprio cavo orale, utilizzare sempre filo interdentale o scovolino ed effettuare uno sciacquo con un collutorio per eliminare i residui di cibo da tutti gli angoli della bocca.

Esagerare è sbagliato

Diverse sono le cause che un’eccessiva igiene orale o una scorretta procedura possono causare alla salute della bocca:

  1. Distruzione della flora batterica: la flora batterica presente nella saliva regola i batteri presenti del cavo orale e protegge i denti. Se questo equilibrio viene alterato, è possibile il presentarsi  di alcune patologie che coinvolgono i tessuti molli della bocca, come gengivite e parodontite.
  2. No alla mania di lavarsi i denti: è necessario aspettare circa 20 minuti prima di procedere all’igiene orale dopo l’assunzione di cibi e bevande al fine di consentire alla saliva di svolgere la sua funzione protettiva e ridurre l’acidità di molte sostanze contenute in essi. Intervenire con dentifricio, collutorio e spazzolino prima del tempo, influisce negativamente andando ad esporre i denti in maniera progressiva alla demineralizzazione.
  3. Movimenti scorretti: spazzolarsi in maniera scorretta o in maniera troppo aggressiva i denti può provocare danni alle gengive, anche irreversibili come la regressione gengivale. La placca batterica e il tartaro possono essere rimossi con facilità e accuratezza con un movimento leggero. Utilizzare troppa forza avrà solamente un risultato negativo sui tessuti molli e sul dente stesso, provocando anche un’usura superflua della superficie masticatoria del dente.

Il nostro consiglio DENS:

Se sei preoccupato per la tua igiene orale, è sempre opportuno consultarsi con il tuo dentista di fiducia e con il tuo igienista dentale. Loro sapranno rispondere a tutte le tue domande e consigliarti la procedura più adatta per una corretta igiene orale. E’ importante tenere a mente che ogni cavo orale è differente ed ha bisogno di cure e attenzioni diverse.

Condividi questa News!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email