Piercing orali: rischi e controindicazioni

Piercing orali: rischi e controindicazioni

Divenuti di recente una moda molto diffusa, i piercing orali sono delle perforazioni con annesso inserimento di un oggetto estraneo nella zona della bocca. Sono ampiamente diffusi piercing alla lingua, al labbro, sulle guance e sui denti. Proprio come i piercing alle orecchie, i piercing orali possono avere svariate forme ma, in confronto, sono molto più pericolosi.

I danni che possono provocare

La presenza di un corpo estraneo in bocca influenza il modo di parlare, di deglutire e di masticare.

Oltre a questi fastidi, la presenza di un piercing orale può provocare microfratture dello smalto dentale ed infiammazioni della polpa dentale. All’inizio, questi danni possono manifestarsi come un leggero fastidio, che potrebbe evolvere, come conseguenza estrema, ad un danno del nervo o alla progressiva perdita dell’elemento dentale causata dai continui e ripetuti traumi.

Per quanto riguarda il piercing sui denti, questo, per essere applicato, prevede che il dente venga inciso e preparato appositamente perchè aderisca, generando una situazione non naturale, dannosa per la salute.

L’applicazione di un piercing orale, per quanto eseguita in sicurezza, può avere svariati effetti collaterali. 

La bocca è ricca di batteri, che, dopo un piercing orale o il suo maneggiamento, possono generare infezioni. Oltre ai denti, anche le gengive possono subire traumi, gonfiarsi o infiammarsi. Queste lesioni possono provocare anche retrazione gengivale, che dà origine a problemi estetici e può esporre il paziente ad un maggior rischio di carie e sensibilità.

In alcuni casi, un piercing orale può portare anche a contrarre malattie ematiche o condurre ad endocardite, un’infiammazione delle valvole cardiache provocata dal circolo di batteri nel sangue.

Il consiglio DENS:

Se desideri eseguire un piercing orale, dovresti prima di tutto confrontarti con il tuo dentista di fiducia, perchè ti informi di tutti gli effetti collaterali che potrebbero presentarsi a seguito di questa applicazione. E’ altresì estremamente importante mantenere un ottimo livello di igiene orale domiciliare, così da ridurre il rischio di infezioni e gonfiore.E’ importante ricordare che, anche se cicatrizzata, la ferita generata dal piercing può condurre ugualmente ad infezioni, pertanto ricordati di rivolgerti al tuo odontoiatra al minimo sentore di fastidio o problema. 

Dott. Luca De Blasi

Dott. Marco De Angelis

Dott. Marco De Angelis

Condividi questa News!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Per info
e prenotazioni