L’igiene è un gioco da ragazzi

L’igiene orale nei bambini

Perché la prevenzione è importante fin da piccoli

Per avere denti sani in età adulta è fondamentale curare i denti da latte. Ecco perché è giusto parlare di prevenzione. Educare i più piccoli a una corretta igiene orale rappresenta un passaggio fondamentale per avere una bocca sana. Fin dalla tenera età si può insegnare loro il corretto metodo di spazzolamento dei denti, quante volte al giorno lavarli e come eliminare la placca. È imprescindibile anche la cura delle carie dei denti da latte. Alcuni denti infatti sono destinati a rimanere in bocca fino ai 13 anni, durante i quali l’insorgere di una carie va curata come se si trattasse di un dente definitivo

L’igiene orale nei bambini

La strada per una buona igiene orale è una corsa divisa in fasi in base all’età del bambino:

  • dai 4 ai 24 mesi: È importante pulire le gengive del bambino con una salvietta dopo l’allattamento, nonostante i denti da latte iniziano a spuntare attraverso le gengive intorno ai 6 mesi di età. Una volta spuntati i dentini, bisogna spazzolarli due volte al giorno con uno spazzolino a setole morbide applicando una piccolissima quantità di dentifricio. In questa fase, è bene  ricordarsi di evitare l’utilizzo del biberon dopo aver lavato i denti. Infatti i bambini che si addormentano con il biberon possono essere soggetti all’insorgenza di carie da biberon.
  • dai 2 ai 4 anni: durante questo periodo bisogna sviluppare le corrette abitudini. È importante sia per i bambini che per i genitori creare una routine insegnando al piccolo a lavarsi i denti regolarmente. Il bambino va infatti educato gradualmente a un’igiene orale autonoma e quotidiana, tramite l’uso di spazzolini rivestiti da gomma antiscivolo per una migliore impugnatura. L’elemento giocoso è essenziale per vivere al meglio questo momento attraverso spazzolini colorati o conta tempo divertenti.
  • dai 4 ai 6 anni: è la fase in cui inizia in parte la dentizione permanente. La malattia più diffusa in questa fase è la carie, che attacca i molari decidui o quelli permanenti. Ma il bambino, grazie anche alle sue mani più grandi, è in grado di impugnare il manico dello spazzolino più abilmente, spazzolando i denti con movimenti più estesi e precisi. Più precisamente, deve pulire le superfici esterne dei denti inclinando lo spazzolino di 45° verso la gengiva, muovendolo verso il dente ed esercitando una leggerissima pressione. Per pulire la superficie interna dei denti anteriori, inferiori e superiori, lo spazzolino va tenuto in posizione verticale. Per pulire le superfici masticatorie di tutti i denti, bisogna infine spazzolarli delicatamente con movimenti in avanti e indietro.
  • età preadolescenziale: via via che iniziano a spuntare i denti permanenti, una rigorosa igiene dentale quotidiana è essenziale per mantenere la salute dei denti e delle gengive. Tuttavia, bisogna sollecitare i più piccoli nel curare in modo costante la propria bocca, rammentando di:
    • spazzolare i denti due volte al giorno con un dentifricio al fluoro per almeno due minuti (uno spazzolino elettrico potrebbe rendere lo spazzolamento più divertente per i bambini in età preadolescenziale),
    • usare il filo interdentale per pulire gli spazi interdentali, prevenendo la carie e mantenendo l’alito fresco.

Se i bambini fanno sport, bisognerebbe incoraggiarli a indossare un paradenti per proteggere la bocca da lesioni.

Se, invece, i bambini portano un apparecchio ortodontico, sarebbe necessario assicurarsi che il bambino utilizzi spazzolino elettrico e filo interdentale molto scrupolosamente, onde evitare le macchie bianche sui denti dopo la rimozione.

Pedodonzia: interventi di prevenzione e cura

Non prestare attenzione alla cura dei denti da latte è un errore che potrebbe compromettere il corretto sviluppo dei denti permanenti. A tal riguardo, viene incontro la pedodonzia, che si occupa delle patologie dentali nel bambino, prendendo in considerazione aspetti fisiologici ed emotivi. È buona norma partire con i controlli periodici dai 5 anni. Fare uno screening per tempo consente di prevenire e risolvere alcuni problemi, come disallineamenti e malocclusioni, difetti nella funzione masticatoria, anomalie della mandibola o della mascella. Questi disturbi, scoperti per tempo, possono essere risolti con facilità mediante apparecchi ortodontici. Non dimentichiamo, inoltre, che realizzare un trattamento ortodontico in età infantile significa accorciare i tempi di guarigione. Per prevenire la carie dentale, invece, la sigillatura dei molari permanenti è sicuramente una strategia risolutiva, applicabile (qualora fosse necessario) anche sui denti decidui o da latte. L’applicazione di una particolare resina salvaguarda lo smalto, proteggendolo dalla placca batterica e dalle carie.

Educare i più piccoli ad una cura orale adeguata, ricorrendo a un professionista che li accompagni già dai primi anni, consente non solo di avere un sorriso smagliante, ma soprattutto, di assicurare alla bocca la salute che merita.

Dott. Marco De Angelis

Dott. Marco De Angelis

Condividi questa News!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Per info
e prenotazioni